camminando per la città

Ieri pomeriggio, dopo svariati giorni di tempo uggioso, il cielo si è riaperto. L’azzurro ha riempito lo spazio sopra alle nostre teste ed il sole ha illuminato la variegata realtà della nostra città.
Come non accorgersi di due occhi color acquamarina che ti passano davanti, come non notare i fiori rosa degli alberi di pesco, come non accorgersi dei piccoli volatili che ripopolano la città. Ho visto perfino un airone (non vorrei però aver avuto un’allucinazione).

Sino a quando avremo giornate così, il futuro è garantito.

camminando per la cittàultima modifica: 2005-04-14T13:33:17+02:00da bicio62
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “camminando per la città

  1. Tranquillo, il mio era solo uno sfogo.. E poi, di certo non potrei far nulla per cambiare questa cosa. Che tanto, come dici te, nel blog non si vede.. 😉 M.

  2. Perdona il ritardo ma tutto non si riesce a seguire “in tempo reale”. E’ vero quello che hai detto nel tuo commento, non c’è niente come il rilievo e la conseguente restituzione che ti consenta di capire un edificio. Vederlo, percorrerlo, viverlo con tutti i sensi, sono tutte esperienze importanti per la percezione della spazialità, degli odori e delle emozioni, ma la chiave nascosta per percepire tutta una serie di elementi, solo apparentemente secondari, collegati alla progettazione, al “cantiere” ed alla storia dell’uso, è proprio quella della faticosa ricostruzione metrica e grafica dell’esistente , che ti porta ad analizzare gli spessori murari, le corrispondenze geometriche, invisibili all’occhio, ed anche quei luoghi spesso inaccessibili, come ad esempio locali interrati o sottotetti, che proprio per la loro natura sono poco visitati e celano spesso tracce conservate proprio per questo motivo. Buonanotte e … serene passeggiate in questo fine settimana, Gi.

I commenti sono chiusi.